Back to the top

Domande frequenti

Ecco le risposte alle domande che potresti porti.
Se non trovi la risposta che cercavi, contattaci qui e descrivi le tue esigenze.

  1. Installazione
  2. SIM per il citofono

Installazione

Il citofono è estremamente semplice da installare. Qui trovi il manuale tecnico con tutte le spiegazioni. Bisogna posizionare la pulsantiera citofonica e collegarla alla scheda Drin Passepartout, quest’ultima va alimentata e connessa ai cancelli da fare aprire.
In mancanza di competenze dal punto di vista elettrico, consigliamo di rivolgersi ad un elettricista.

Puoi scaricare il manuale tecnico di installazione in questa pagina. Troverai le indicazioni per l’installazione, la configurazione e i settaggi disponibili per i vari modelli che produciamo.

SIM per il citofono

Vanno bene le SIM dei maggiori operatori di telefonia mobile. Una qualunque fra TIM, Vodafone o Wind (non della Tre).
Consigliamo di verificare la ricezione disponibile dei vari operatori telefonici nel luogo dove verrà installato il citofono.
Per farlo basterà utilizzare un cellulare e vedere quanto è campo disponibile, per una misura fedele del campo GSM è necessario disattivare il traffico dati del cellulare (altrimenti si misurano i campi 3G, LTE, ecc.).

In ogni caso si tratta di cifre irrisorie.
La tariffa della SIM del citofono deve essere commisurata al numero degli utenti gestiti (la tariffa ideale del citofono con 1 pulsante è diversa da quella del citofono per 500 appartamenti).
Per capire quanti minuti ha bisogno la tua SIM al mese, basta fare il seguente semplice calcolo:

Ipotesi di utilizzo:

  • Intensivo (1 citofonata al giorno per ogni appartamento)
  • Ogni citofonata di durata media (campionata in 10 sec. di conversazione).

Troviamo il numero di minuti che sono necessari al mese con il seguente calcolo:

  • [numero appartamenti x 10 (secondi della citofonata) x 30 (giorni del mese)] / 60 (per convertire i secondi in minuti).

Ad esempio per un citofono da 30 appartamenti = [30 x 10 x 30] / 60 = 150 minuti al mese.
Questo significa che con una tariffa molto piccola con 400/500 minuti al mese si dispone del triplo dei minuti necessari. Quindi pochi euro al mese da dividere per i 30 proprietari.

I minuti necessari per citofoni per pochi interni sono abbastanza esigui da consigliare di valutare le tariffe a consumo (credito a scalare in base all’utilizzo senza avere minuti fissi mensili).